• Argenziano Giuseppe cover “Sono due le novità nel campo del trattamento dei tumori della pelle” - spiega il Prof. Giuseppe Argenziano - Direttore della clinica dermatologica dell’ Università della Campania “Luigi Vanvitelli”  di Napoli - “ parlando dei cosiddetti “Non-melanoma” skin cancer, che insorgono come tumore primitivo della cute: sono il basocellulare e lo squamocellulare, tumori chiamati per comodità Basalioma e Spinalioma. Il primo per la maggior parte dei casi viene trattato chirurgicamente, tranne che per i pazienti sofferenti di forme multiple, per i quali vengono utilizzate alternative terapeutiche, dalla terapia laser alla fotodinamica. Esistono inoltre forme di Basalioma molto aggressive che possono arrivare velocemente a infiltrare i profondi piani muscolari, fasciali e ossei, e dove la chirurgia rimane più difficile. Da un paio d’ anni viene utilizzato un trattamento target denominato Vismodegib, con il quale si va a interrompere l’avanzata del Basalioma e grazie al quale sono stati risolti parecchi casi senza alternativa terapeutica. Il Vismodegib si rivela una terapia completa, parziale o sicuramente di mantenimento nell’ 70/80 % dei casi. Riguardo lo Spinalioma invece la novità è assoluta: è uscito un nuovo anticorpo monoclonale  chiamato Ceniplimab, in grado di bloccare l’avanzata della neoplasia o di produrre una risposta positiva in oltre il  70% dei casi”.
    Prof. Giuseppe Argenziano - Direttore della clinica dermatologica dell’università della Campania Luigi Vanvitelli – Napoli.
  • Ghigo Ezio cover
    I tumori neuroendocrini sono stati oggetto di approfondimento per quanto riguarda diagnosi e terapia nel corso dell’ottava edizione del CUEM (Clinical Update in Endocrinologia e Metabolismo), che si svolge ogni anno presso il Centro Congressi dell’Ospedale San Raffaele – Università Vita e Salute di Milano. “Si tratta di neoplasie che interessano gli endocrinologi, gli oncologi ma anche altri specialisti in quanto questi tumori – con cellule particolari, di vario grado di malignità ma talvolta di benignità - possono essere riscontrati a livello di diversi organi, apparati, tessuti e ghiandole” specifica Ezio Ghigo, co-presidente del CUEM. “Sono sicuramente di grande pertinenza gastroenterologica ma anche pneumologica. La diagnosi a volte è casuale, in corso di esami effettuati per tutt’altro motivo: si parla in questo caso di ‘incidentalomi’. Talvolta invece danno segno e sintomo di sé, suscitando il sospetto diagnostico e la ricerca del tumore, poi confermato. È comunque molto importante la caratterizzazione anatomo-patologica”. Se la rimozione chirurgica resta l’opzione principale, “esistono numerose risorse farmacologiche innovative che hanno rivoluzionato il modo di curare questi pazienti” afferma Ghigo.
    Prof. Ezio Ghigo – co-presidente del CUEM, Direttore della Struttura Complessa a Direzione Universitaria di Endocrinologia, Diabetologia e Metabolismo presso la Città della Salute e della Scienza di Torino.
  • Caccaroni MarcelloLe Nerve-sparing sono tecniche traslate dalle tecniche chirurgiche dell’oncologia ginecologica,  nate negli anni ‘60 in Giappone, negli Stati uniti e in alcune zone dell’ Europa - con lo scopo di affrontare i tumori della prostata, del colon retto e del collo dell’utero. “Negli ultimi 15 anni”, precisa il Prof.  Marcello Ceccaroni, primario di Ginecologia ed Ostetricia dell'Ospedale Sacro Cuore Don. Calabria, Negrar – Verona, “la chirurgia si è evoluta cercando di sviluppare tecniche nervose che potessero essere applicate anche alla chirurgia radicale della endometriosi. Per questo sono nate tecniche Nerve - sparing anche nella endometriosi severa. L’endometriosi in fase avanzata assomiglia a un tumore ovarico, quanto a un importante tumore del collo dell’utero per quella capacità che ha di espandersi nei tessuti, fino ad arrivare ai nervi somatici. Questo cono di espansione porta a infiltrare fibre nervose che modulano le funzioni della vescica, del retto e quelle sessuali. Gli obiettivi della chirurgia Nerve - sparing nell’endometriosi non mirano ad avere il 100% delle pazienti con una totale preservazione delle funzioni, bensì di avere una riduzione quantitativa e qualitativa delle disfunzioni neurologiche post operatorie vescicali, rettali e sessuali, con un miglioramento della qualità della vita”.
    Prof. Marcello Ceccaroni -Primario di Ginecologia ed Ostetricia dell'Ospedale Sacro Cuore Don. Calabria, Negrar (Verona)
  • Carrubba Michiele cover “Milano è l’ultima delle 14 metropoli coinvolte nel Cities Changing Diabetes, un progetto internazionale dove in varie città del mondo viene studiata la prevalenza del diabete nelle megalopoli”, sottolinea il prof. Michele Carruba, Presidente della Executive Committee Milano Cities Changing Diabetes e Presidente del Centro studi e ricerche sull’obesità dell’Università di Milano, “con lo scopo di capire come si distribuisce e quali siano le vulnerabilità di tale patologia. Ed è possibile realizzare questo importante disegno grazie all’impegno di società scientifiche, università, mondo della scienza e mondo delle istituzioni. Milano è indubbiamente una delle città più sensibili al problema, poiché ha un retroterra culturale ed ha ospitato da poco ‘Expo 2015’: l’eredità di questa manifestazione è proprio rivolta alla nutrizione come strumento di sopravvivenza, di salute e di prevenzione per le malattie. Dal 2018 Milano è capitale non solo della moda e dell’economia ma anche della qualità della vita, visto che il sistema sanitario nazionale - oggi considerato tra i migliori del mondo - è stato studiato e ha preso il via proprio da questa città”.
    Prof. Michele Carruba Presidente della ‘Executive Committee Milano Cities Changing Diabetes’ e Presidente del centro studi e ricerche sull’obesità, dell’Università di Milano.
  • Borretta Giorgio cover “Sono stato invitato a trattare l’argomento delle malattie paratiroidee dell’anziano presso la sessione del più recente Congresso organizzato da Fadoi, unitamente all’ associazione medici endocrinologi AME di cui faccio parte”, precisa il dr. Giorgio Borretta, Direttore della struttura di Endocrinologia e Diabetologia dell’Ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo.  “Durante il mio intervento ho approfondito la condizione dell’iperparatiroidismo primario nell’anziano, una malattia endocrina oggi molto frequente che pone problemi diagnostici e terapeutici a volte decisamente complessi e che colpisce, il più delle volte, in età senile. Ho illustrato le caratteristiche più rilevanti della patologia, evidenziando il differente profilo clinico rispetto ai soggetti più giovani, in quanto gli anziani vengono colpiti più spesso a livello osseo che non a livello renale. Per loro non cambia invece la strategia terapeutica per la quale vengono utilizzate tecniche mini invasive di chirurgia paratiroidea”.
    Dr. Giorgio Borretta - Direttore della struttura di Endocrinologia e Diabetologia dell’Ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo.
  • Prof. Giuseppe Argenziano - Direttore della clinica dermatologica Università Luigi Vanvitelli – Napoli. - XXIV World Congress of Dermatology. Milano, 10-15 Giugno 2019
  • CUEM (Clinical Update in Endocrinologia e Metabolismo) – Milano, 5 Luglio 2019
  • LA DONNA DAI 40 ANNI IN POI: Progetti di salute e strategie terapeutiche”. Milano, 24 Maggio 2019 - Prof. Marcello Ceccaroni - Primario di Ginecologia ed Ostetricia - Ospedale Sacro Cuore Don. Calabria, Negrar (Verona).
  • Prof. Michele Carruba Presidente della ‘Executive Committee Milano Cities Changing Diabetes’ e Presidente del centro studi e ricerche sull’obesità, dell’Università di Milano. - “Creating the World of Tomorrow 2019” – Roma, 8-9 Luglio 2019
  • Dr. Giorgio Borretta - Direttore della struttura di Endocrinologia e Diabetologia dell’Ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo. - XXIV Congresso Nazionale FADOI – Firenze, 11-14 Maggio 2019

Cos'è Medlinetv

I Servizi offerti sono destinati ad Utenti appartenenti alle seguenti categorie professionali: medici,farmacisti, odontoiatri, veterinari, operatori sanitari, studenti e professori di materie medico-scientifiche, giornalisti.
La visualizzazione dei video consultabili è possibile solo a seguito della registrazione al sito.
Sono inoltre prodotte due Newsletter settimanali informative sui servizi video  proposti nella settimana le VIDEONEWS del lunedì e la SINTESI della settimana al venerdì.
Per ricevere le informative è possibile farlo alla stessa pagina sopra indicata.

Buona Visione.