• Rosati Gerardo cover “Al congresso AIOM presentiamo i dati di un sottostudio di Tosca” – riporta il prof. Gerardo Rosati – Unità operativa Oncologia medica - Ospedale San Carlo. Potenza. “Abbiamo in particolare analizzato se un sottotipo istologico, la variante mucinosa – rispetto ai non mucinosi- potesse avere, combinato al grado di differenziazione tumorale, un ruolo prognostico predittivo ai fini della chemio adiuvante. Abbiamo in questa maniera dimostrato la popolazione si giova in maniera ottimale di una terapia a sei mesi, rispetto a quella ridotta a tre mesi dimostrata inizialmente dallo studio Tosca. Un messaggio importante, che credo meriti importanti e approfondite successive valutazioni”.
    Prof. Gerardo Rosati –Unità operativa Oncologia medica ospedale San Carlo. Potenza
  • Vernier Chiara cover
    “Durante il corso ‘Leadership in sala parto’ OASIS, tenutosi a Milano con il gruppo GEO – Gestione emergenze ostetriche -  è stata presentata una relazione sulle lacerazioni perineali severe”, sottolinea la dr.ssa Chiara Vernier, Ginecologa Ospedale di Vicenza. “Si tratta di quei laceramenti che si verificano in seguito al parto vaginale, che coinvolgono le strutture muscolari profonde, in particolare lo sfintere dell’ano. Tale lesione può portare come grave conseguenza allo sviluppo di incontinenza anale, una problematica importante, che incide in maniera estremamente invalidante anche a livello psicologico, sulla qualità di vita delle donne”.
    Dr.ssa Chiara Vernier - Ginecologa Ospedale di Vicenza
  • Di Donna Vincenzo cover Il 18° Congresso Nazionale dell’AME - Associazione medici endocrinologi - ha visto protagonisti per questo 2019 i più giovani dell’Associazione. “La partecipazione” – precisa il dott. Vincenzo Di Donna – responsabile gruppo giovani AME (“g.AME”)- è stata imponente, e circa venticinque di loro sono stati coinvolti come relatori in sessioni importanti. In una di queste si è trattato dell’iposurrenalismo in situazioni particolari. E’ conosciuta quanto temuta infatti la crisi surrenalica e le sue cause classiche, dagli interventi chirurgici alle patologie maggiori. Si è focalizzata in questa seduta anche l’attenzione su condizioni meno conosciute, come gli stress emotivi – un lutto, un divorzio - o le alterazioni del ritmo sonno veglia. Allo stesso modo” – conclude il dott. Di Donna, -  si è trattato l’iposurrenalismo in gravidanza e nello sport. Si è parlato anche di tiroide e obesità trattate questa volta da un’angolazione particolare, ovvero dal punto di vista delle “fake-news”. Nel caso ad esempio di un paziente obeso bisogna assolutamente evitare che si imbatta in illusioni prive di fondamento scientifico, poiché tale patologia necessita di un approccio multidisciplinare e complesso”.
    Dott. Vincenzo Di Donna - Responsabile gruppo “g-AME”
  • Tasciotti Ennio cover “Mi occupo da anni di ricerca traslazionale”, precisa il prof.  Ennio Tasciotti professore di medicina rigenerativa allo Houston Methodist Reseaarch Institute – Texas, “il che significa portare il prima possibile le scoperte fatte in laboratorio al letto del paziente. Per fare ciò è importante impostare immediatamente la ricerca, cosi da proteggerne il brevetto. Tutto ciò viene fatto coinvolgendo l’azienda che opera in quel dato e specifico settore e gli uffici di trasferimento tecnologico, il tutto con la convergenza di interessi. Fatto in maniera accurata e in trasparenza, il coinvolgimento tra pubblico e privato, può apportare solo dei vantaggi”.
    Prof. Ennio Tasciotti Professore di medicina rigenerativa allo Houston Methodist Research Institute - Texas
  • Insalico Giuseppe cover “Le apnee ostruttive del sonno” – trattate dal dott. Giuseppe Insalico – Responsabile sezione fisiopatologica IBIM – CNR di Palermo, nell’ambito del Congresso AIPO– “sono un problema assai diffuso, a cui non viene spesso data la giusta importanza. Dietro un semplice russamento notturno, accompagnato da pause del respiro, avvengono infatti delle alterazioni a carico di tutto l’organismo. A volte nel soggetto diminuisce l’ossigenazione, altre volte gli si attiva in maniera importante il sistema nervoso simpatico. Tali attivazioni hanno spesso conseguenze negative su altri organi.  In Italia sono affette da questa malattia, in età adulta, tra i 6 e i 12 milioni di persone, e sono tante le patologie croniche che trovano un grande fattore di rischio proprio nelle apnee notturne, come l’ipertensione, la fibrosi epatica e le varie malattie metaboliche o cardiovascolari (come la fibrillazione atriale e gli ictus), patologie di grande rilevanza che possono trovare gravi disabilità. Dobbiamo cercare di sospettare tali patologie e di identificare i soggetti che non abbiano ancora sviluppato tutte le comorbidità”. Quelle che elenca e ci ricorda il Prof. Insalico, in chiusura del suo intervento.
    Dott. Giuseppe Insalico – Responsabile sezione fisiopatologica IBM CNR - Palermo
  • ”Ruolo prognostico predittivo della variante mucinosa nel tumore del colon. prof. Gerardo Rosati – Unità operativa Oncologia medica ospedale San Carlo. Potenza.
  • Riconoscimento e stadiazione delle lacerazioni perineali - dr.ssa Chiara Vernier - Ginecologa Ospedale di Vicenza
  • Ampio contributo dei giovani AME alla 18 edizione del Congresso Nazionale. Dr. Vincenzo di Donna - Responsabile gruppo “g-AME”
  • L’esperienza della medicina traslazionale negli USA. prof. Ennio Tasciotti Professore di medicina rigenerativa allo Houston Methodist Research Institute - Texas
  • Le apnee ostruttive del sonno - Dott. Giuseppe Insalico - Responsabile fisiopatologia IBM CNR - Palermo

Cos'è Medlinetv

I Servizi offerti sono destinati ad Utenti appartenenti alle seguenti categorie professionali: medici,farmacisti, odontoiatri, veterinari, operatori sanitari, studenti e professori di materie medico-scientifiche, giornalisti.
La visualizzazione dei video consultabili è possibile solo a seguito della registrazione al sito.
Sono inoltre prodotte due Newsletter settimanali informative sui servizi video  proposti nella settimana le VIDEONEWS del lunedì e la SINTESI della settimana al venerdì.
Per ricevere le informative è possibile farlo alla stessa pagina sopra indicata.

Buona Visione.

Videonews di Medline Tv