• Piraccini Bianca Maria coverDi alopecia da chemioterapia si è parlato moltissimo durante il recente Congresso Mondiale di Dermatologia, tenutosi a Milano lo scorso giugno. “E' un argomento che la SIDeMaST sta studiando in maniera approfondita”, sottolinea Bianca Maria Piraccini Prof. dr.ssa. Associato in Dermatologia all'Università degli studi di Bologna, “poiché a quasi il 30% delle donne, sottoposte a chemioterapia per un tumore al seno, non ricrescono più i capelli. Inaccettabile perderli durante la cura, ancora peggio realizzare che, al termine del ciclo di chemioterapia, sarà difficile levare la parrucca. Si tratta della ‘alopecia permanente da chemioterapici’ e interessa oltre agli adulti, anche il 10% dei bambini che si sottopongo al trapianto di midollo. Questa malattia influisce parecchio sulla qualità della vita dei pazienti e proprio per questo la società italiana di dermatologia, sta fomentando la ricerca : per due anni in quattro centri in Italia, ovvero a Bologna, Milano, Napoli e Roma, segue le donne che si sottopongono alla chemio per il tumore al seno, per capire quali siano i fattori che predicono lo sviluppo da alopecia da chemioterapici, se esistono fattori preventivi per il progredire della malattia, e soprattutto se ci sono delle cure”.
    Prof. dr.ssa Bianca Maria Piraccini – Prof. Associato in Dermatologia all'Università degli studi di Bologna
  • Giustina Andrea cover
    Le lipodistrofie sono un gruppo eterogeneo di malattie genetiche molto rare ma clinicamente di grande rilievo, in cui vi è una riduzione del grasso corporeo, a volte con la scomparsa (localizzata o generalizzata) del tessuto adiposo. I principali avanzamenti diagnostico-terapeutici relativi a queste sindromi sono stati affrontati nel corso del CUEM (Clinical Update in Endocrinologia e Metabolismo), che si svolge ogni anno al Centro Congressi dell’Ospedale San Raffaele – Università Vita e Salute di Milano, e che è giunto all’ottava edizione. “La perdita di grasso corporeo è negativa perché il tessuto adiposo produce leptina, un ormone importante nella regolazione dell’appetito e del metabolismo glucidico. La mancata produzione ha conseguenze rilevanti su vari organi e apparati come, per esempio, quello cardiovascolare” spiega Andrea Giustina, presidente del CUEM e della Società Europea di Endocrinologia (ESE). “Fino a poco tempo fa non c’erano farmaci disponibili mentre di recente è stata messa a punto la leptina umana ricombinante che può essere utile nei pazienti con lipodistrofia, dando risultati particolarmente evidenti nei soggetti in cui vi è una carenza totale di grasso corporeo, ovvero nella cosiddetta forma generalizzata, ma anche nelle lipodistrofie parziali”. Il farmaco a breve sarà disponibile in Italia per il trattamento delle lipodistrofie generalizzate, anche se l’auspicio degli endocrinologi è che si estenda rapidamente l’indicazione anche alle forme localizzate.
    Prof. Andrea Giustina – presidente della Società Europea di Endocrinologia (ESE), co-presidente del CUEM, professore ordinario di Endocrinologia e Malattie del Metabolismo dell’Università Vita e Salute S. Raffaele di Milano.
  • Graziottin Alessandra cover“Alcuni dati recenti evidenziano che una buona percentuale di donne italiane, non sappiano prendersi cura della propria igiene intima” - precisa la prof.ssa Alessandra Graziottin -Direttore del centro di Ginecologia - Sessuologia S. Raffaele Resnati di Milano “e che nelle più giovani ci siano delle abitudini di vita decisamente inappropriate. Alcune fake consigliano di deplilarsi completamente per consentire un'igiene migliore, ma in realtà in questa maniera si raddoppia il rischio di dolore vulvare e vulvodinia. Un’ altra fake riguarda il lavarsi spesso per prevenire le malattie sessualmente trasmettibili o utilizzare prodotti schiumogeni che, al contrario, aumentano l'aggressività alla cute e possono provocare pericolose dermatiti. Fondamentale e’ invece scegliere per la propria igiene intima ciò che si basa su una rigorosa ricerca scientifica. Il timolo ad esempio, un olio essenziale che insieme al carvacrolo ha alle spalle ben 774 studi clinici, e che con le sue capacita antibatteriche, antiossidanti, antimicotiche rispetta il microbiota fisiologico”. 
     Prof.ssa Alessandra Graziottin – direttore Centro di Ginecologia-Sessuologia S. Raffaele Resnati (MI)
  • Lenzi Andrea cover“Negli ultimi cento anni le popolazioni rurali si sono trasferite in città per migliorare la qualità della vita, soprattutto dal punto di vista sanitario”, afferma il Prof. Andrea Lenzi, Ordinario di endocrinologia della Sapienza e Presidente dell’ Health City Institute. “Con il passare del tempo questa immensa congregazione umana concentrata nelle città - che attualmente ha già superato il 50% della popolazione del globo e che tra 10 anni rappresenterà ben i due terzi della popolazione - porterà inevitabilmente ad aumentare le differenze sociali.  In tal modo infatti, nelle megalopoli con oltre 30 milioni di abitanti, si evidenzieranno enormi disuguaglianze per qualità e stili di vita, che già in questi anni cominciano a essere amplificate, a causa di diverse problematiche legate alla salute. Tra le tante patologie – cardiovascolari, neurodegenerative o metaboliche- si è preso come paradigma il diabete, malattia un tempo considerata dei ricchi. L'obesità che si pensa essere un vizio, è in realtà una patologia riservata a coloro che si nutrono di cibo spazzatura. Non si tratta solo di una predisposizione genetica all'aumento del peso ma, complice l’epigenetica, porta al sovrappeso fin dall’ infanzia, a diventare grandi obesi da adulti e diabetici negli anni della mezza età e della senilità. E’ necessario combattere questa battaglia non solo con le medicine ma con urbanistica, epidemiologia, sociologia, con psicologia, con organizzazione sanitaria ed insieme ai nostri amministratori pubblici e ai nostri politici”.  
  • Grosso GabrieleNel contesto di questa edizione di FADOI ho voluto esprimere la correlazione tra due gesti, come quella del fumare e del raccontare, in scritti nella storia dell'evoluzione dell' umano”- spiega il dr. Gabriele Grosso, filosofo e storyeller. “La ‘disruption tecnologica’ della digitalizzazione pone nuove sfide al modo con il quale l'uomo evolve, e il fumare e il raccontare storie, pur nella crisi di alcune sue forme come i libri e le sigarette tradizionali, oggi disegnano nuove traiettorie che invitano le persone a declinare questi due gesti nella nuova cornice che è quella di trovare il modo di esprimere la propria personalità e unicità per poter disegnare - anche attraverso questi gesti -una propria posizione nel mondo che diventi visibile e memorabile, dentro un mondo globale.”
    Dr. Gabriele Grosso – “storyteller” 
  • Malattie dei capelli e alopecia da chemioterapici XXIV World Congress of Dermatology. Milano, 10-15 Giugno 2019
  • CUEM (Clinical Update in Endocrinologia e Metabolismo) – Milano, 5 Luglio 2019
  • Prof.ssa Alessandra Graziottin – direttore Centro di Ginecologia-Sessuologia S. Raffaele Resnati (MI) - L'igiene intima: le fake news da evitare. La scelta oculata degli antibatterici, il timolo e il carvacrolo.
  • Prof. Andrea Lenzi - President of Health City Institute - “Creating the World of Tomorrow 2019” – Roma, 8-9 Luglio 2019
  • XXIV Congresso Nazionale FADOI, Firenze 11-14 Maggio 2019 - Simposio “Tabagismo: vecchie abitudini e nuove sfide” – Lettura “Fumare e raccontare: evoluzioni di un gesto umano”

Cos'è Medlinetv

I Servizi offerti sono destinati ad Utenti appartenenti alle seguenti categorie professionali: medici,farmacisti, odontoiatri, veterinari, operatori sanitari, studenti e professori di materie medico-scientifiche, giornalisti.
La visualizzazione dei video consultabili è possibile solo a seguito della registrazione al sito.
Sono inoltre prodotte due Newsletter settimanali informative sui servizi video  proposti nella settimana le VIDEONEWS del lunedì e la SINTESI della settimana al venerdì.
Per ricevere le informative è possibile farlo alla stessa pagina sopra indicata.

Buona Visione.

Sintesi della settimana 12 luglio